italiano english

La Valpolicella

Anche se oggetto di svariati dibattiti, il nome valpolicella lo si può attribuire al latino Vallis-polis-cellae che tradotto significa “valli dalle molte cantine”. La Valle si estende per 240 km2 ed è una zona collinare che precede l’inizio delle prealpi veronesi: essa comprende sette comuni tutti appartenenti alla provincia di Verona ed è nota sin dai tempi dei romani per la viticoltura e per l’estrazione della pietra di Prun e del marmo rosso di Verona.

Stupende Ville, pievi, corti e contrade elevano questo territorio così ricco di testimonianze storiche una delle gemme della Regione Veneto. Tre aree si distinguono all’interno della Valpolicella; una montuosa a Nord, la zona collinare posta a Sud di quella montana dove da sempre viene coltivata la vite su particolari terrazzamenti in piatta detti “marogne” e nella parte meridionale si trova una zona più pianeggiante dove trovano spazio, oltre alla vite, molte colture.

Storicamente la Valpolicella ha legato la propria ricchezza all’agricoltura e nel corso degli ultimi decenni la viticultura ha permesso un’ulteriore salto di qualità a quest’area in quanto i vini qui prodotti sono oggetto di richiesta in ogni parte del mondo.

Inoltre a pochi km si possono trascorrere splendide giornate nella splendida Verona, visitando alcune delle località turistiche più ricercate come il lago di Garda, Lazise, Bardolino oppure scoprire le bellezze dei monti Lessini.